Diritto minorile – i diritti dei bambini

Diritto minorile - i diritti dei bambini

Diritto minorile – i diritti dei bambini

  • Cosa include il diritto minorile
  • Il diritto minorile nella storia

Chiedi una consulenza

Il Diritto minorile comprende un insieme di norme e disposizioni legislative che vanno a salvaguardare i diritti fondamentali dei bambini e dei minori.

L’avvocato Donatella De Caria, civilista in diritto di famiglia, presso il suo studio a Roma, fornisce consulenza ed assistenza legale in ogni tipo di procedimento rivolto ai diritti dei bambini come:

  • procedimenti riguardanti l’affidamento congiunto o affido congiunto ed i casi di sospensione o decadenza della responsabilità genitoriale (già potestà genitoriale), ex art. 330 c.c. e 333 cc.
  • Tutela
  • Istanza di adozione in caso particolare
  • Ammissione del minore al matrimonio
  • Autorizzazione del minore sottoposto a tutela alla continuazione dell’esercizio dell’impresa
  • Autorizzazione del minore ad accettare o a rinunciare all’eredità
  • Applicazione di misure amministrative ai minori irregolari per condotta o per carattere
  • Interdizione del minore emancipato e del minore nell’ultimo anno della minore età
  • Tutela dei minori adibiti ad attività artistica, sportiva e pubblicitaria
  • Tutela dei minori in ambito sanitario
  • Consenso informato

IL DIRTTO MINORILE NELLA STORIA

Durante il XX° secolo, si è assistito ad una sempre maggiore consapevolezza dell’importanza della figura del bambino all’interno della famiglia (Diritto Minorile). Sempre più le tematiche legate ai diritti dei bambini hanno acquisito rilevanza transnazionale.

Il primo organismo internazionale che si occupa di bambini, il Comitato di protezione per l’Infanzia fu costituito dalla Società delle Nazioni nel 1919.

Nel 1924 fu proclamata la Prima Dichiarazione dei Diritti dell’Infanzia che precisa la responsabilità degli adulti nei confronti dei minori e dei diritti dei bambini.

Nel 1946 nasce l’UNICEF (United Nations International Children’s Emergency Fund), una struttura creata dall’ONU, specializzata per l’infanzia, che nel 1953 diventa una organizzazione internazionale permanente.

Nel 1959 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite proclama all’unanimità la Dichiarazione dei Diritti dell’Infanzia che in dieci principi precisa gli obiettivi da perseguire per proteggere i diritti dei bambini ed aiutare i bambini. E’ un passo molto importante anche se ancora in questa Dichiarazione il bambino è considerato oggetto di cure non soggetto di diritto.

Questo salto avviene nel 1989 con l’adozione da parte dell’Assemblea Generale dell’ONU della Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia (Convention on the Rights of the Child) che oltre ad essere un punto di arrivo, ha costituito un punto di partenza, o meglio di riferimento, per tutta una serie di iniziative legislative e operative, interne agli stati o sovranazionali, a beneficio dell’infanzia.

I suoi principi sono stati inseriti nel testo di 14 costituzioni nazionali e sono stati immessi nei programmi di studio di vari paesi. Ad essa fanno esplicito riferimento la Convenzione Europea sull’esercizio dei diritti dell’Infanzia del 1996 e la Carta africana sui diritti e il benessere dei bambini; la Convenzione dell’Aia per la tutela dei minori in materia di adozioni internazionali del 1993, la Dichiarazione di Madrid sugli aiuti umanitari del 1995, la Dichiarazione di Stoccolma contro lo sfruttamento sessuale dei bambini del 1996, la Convenzione ILO n.182 sulle peggiori forme di sfruttamento minorile del 1999; la Risoluzione del Parlamento Europeo sul traffico dei bambini del maggio 2001.

Due protocolli, uno riguardante il coinvolgimento dei minori nei conflitti armati, l’altro sulla vendita dei minori, la prostituzione e la pornografia minorile, dopo la ratifica avvenuta da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, sono stati proposti agli stati per l’approvazione e l’acquisizione.

Infine, come tema attuale c’è da segnalare l’utilizzo della rete informatica come strumento che può essere nocivo dell’integrità fisica, morale e psicologica del minore. A tal proposito stanno maturando molte proposte di regolamentazione sull’argomento.

Ecco un articolo che tratta delle ultime novità in tema di diritto minorile: Sarà soppresso il Tribunale per i minorenni

CONTATTACI

Per una consulenza professionale e senza impegno



Ho letto e accetto la privacy policy